logo stagione

Presentato il Manifesto del Festival 2018

da | Feb 20, 2018

Presentato il Manifesto del Festival 2018

da | Feb 20, 2018 | Eventi, La stagione, News

 

Manifesto 54° Festival Teatro Greco

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le suggestioni dettate da un’opera dell’artista siracusana Lela Pupillo per il manifesto del 54° Festival al Teatro greco di Siracusa e l’annuncio del progetto per la realizzazione di un percorso espositivo nei locali della Fondazione Inda

A poco più di due mesi dal debutto della stagione 2018, il commissario straordinario dell’Inda, Pier Francesco Pinelli, ha presentato il manifesto del ciclo di rappresentazioni classiche che prenderà il via il 10 maggio con Eracle di Euripide diretto da Emma Dante e che vede in cartellone anche Edipo a Colono di Sofocle con la regia di Yannis Kokkos e la commedia I Cavalieri di Aristofane che sarà diretta da Giampiero Solari.

 

Il manifesto nasce da un’opera dell’artista siracusana Lela Pupillo e dal lavoro di elaborazione grafica di Carmelo Iocolano. A raccontare la propria opera è stata la stessa Lela Pupillo. “Una macchia rossa di acrilico molto liquido che si muove sul foglio creando molteplici suggestioni – ha dichiarato l’artista -. La macchia viene bloccata da una fitta rete di scrittura automatica, impropriamente chiamata frattale, che rimanda all’uniformità nel tempo delle azioni e delle passioni umane, per cui noi oggi possiamo parlare di attualità della tragedia”.

“La presentazione del manifesto è per noi una tappa importante nell’avvicinamento alle rappresentazioni classiche – sono state le parole del commissario straordinario Pinelli -. Tradizionalmente, grazie a un’idea dell’associazione Amici dell’Inda e in particolare di Enrico Di Luciano, il manifesto viene sviluppato attorno all’opera di un’artista contemporaneo”.

 

Il commissario della Fondazione Inda ha poi annunciato un’importante novità. “Stiamo lavorando alla realizzazione di un piccolo sogno – ha detto Pinelli -. Vogliamo che i locali della Fondazione Inda diventino uno spazio espositivo di arte contemporanea. E’ un sogno che possiamo realizzare anche grazie alle donazioni all’Inda da parte degli artisti che hanno lavorato per noi nel corso degli anni”.

Nel corso della conferenza di questa mattina, il commissario della Fondazione Inda ha infatti presentato anche un’opera donata all’Inda da Paolo Scirpa, autore del manifesto del 51° ciclo di rappresentazioni classiche. Lela Pupillo ha invece donato alla Fondazione il bozzetto dell’opera protagonista del manifesto per il Festival 2018. “Non vogliamo che queste opere restino sotto chiave – ha aggiunto il commissario Pinelli – ma che siano disponibili e fruibili alla città, insieme ai nostri preziosi materiali d’archivio”.

 

Nel corso dell’incontro sono intervenuti anche Giuseppe Piccione, presidente dell’associazione Amici dell’Inda, e il critico d’arte Ornella Fazzina con un intervento su Lela Pupillo e sull’opera utilizzata per il manifesto. Fazzina ha anche letto una breve lettera di Paolo Scirpa sulla donazione della propria opera alla Fondazione Inda.

 

 

 

 

 

 

 

Aiace di Sofocle, il 25, 27 e 28 giugno il saggio degli allievi del primo anno dell’Accademia d’arte del dramma antico

Aiace di Sofocle è il saggio degli allievi del primo anno dell'Accademia d'arte del dramma antico. Il lavoro, diretto da Massimo Di Michele, sarà presentato sabato 25, lunedì 27 e martedì 28, alle 21, nel cortile dell'ex convento di San Francesco, nel centro storico...

Agòn, il 24 giugno al Teatro Greco di Siracusa “Processo ad Edipo: da eroe a imputato”

Per il Siracusa International Institute neanche Edipo, giovane re di Tebe, protagonista di una delle tragedie più belle di Sofocle, potrà sottrarsi alla consueta e seguitissima simulazione processuale, Agòn, al Teatro Greco di Siracusa. A giudicarlo, la sera del 24...

La Sicilia degli dei, si presenta il libro di Guidorizzi e Romani

Sulla Sicilia, sin da tempi antichissimi, si sono riversate ondate di civiltà. Ma i Greci vi hanno lasciato un carattere indelebile, che fa parte della natura profonda di questa terra. Gli dèi non se ne sono mai andati dall’isola. Nelle campagne assolate nel cuore...

Intrecci e lacerazioni tra il volere degli dèi e dei mortali, il 18 giugno conferenza del Centro Studi di Terapia della Gestalt

Il Centro Studi di Terapia della Gestalt con il patrocinio di: Centro “Antropologia e Mondo Antico” del Dipartimento di Filologia e Critica delle Letterature Antiche dell’Università di Siena e Federazione italiana delle associazioni di psicoterapia (FIAP)* promuove...

Agòn, il 24 giugno al Teatro Greco di Siracusa “Processo ad Edipo: da eroe a imputato”

Per il Siracusa International Institute neanche Edipo, giovane re di Tebe, protagonista di una delle tragedie più belle di Sofocle, potrà sottrarsi alla consueta e seguitissima simulazione processuale, Agòn, al Teatro Greco di Siracusa. A giudicarlo, la sera del 24...
X