Stagione INDA 1982. Le Supplici

Stagione INDA 1982. Le Supplici

Nel canto di ingresso, un coro di Egiziane dalla pelle brunita dichiara di essere fuggito dall’Africa e di essere approdato nella greca terra di Argo “dalla quale trae origine la nostra stirpe”. Due elementi colpiscono: protagonista del dramma è una folla di cinquanta fanciulle, e la richiesta di asilo parte da una rivolta, il rifiuto delle nozze con i cinquanta cugini. Il ruolo centrale assegnato a un gruppo di femmine ribelli è assai raro nel teatro di ogni tempo: in Baccanti di Euripide o in Assassinio nella cattedrale di Thomas Stearns Eliot, le donne sono coprotagoniste, mentre in Fuente Ovejuna di Lope de Vega la rivolta è dell’intero villaggio, maschi e femmine. In Eschilo certo giocava ancora la memoria del ditirambo, cioè del genere che oppose coro e attore, creando una forma prototragica…

X