logo stagione

Per fare un teatro ci vuole una città

da | Gen 10, 2017

 

Grande successo e applausi a scena aperta per lo spettacolo “Per fare un teatro ci vuole una città”. L’esibizione è stata messa in scena sul palco del Teatro massimo comunale al termine di tre giorni di laboratorio che hanno visti impegnati non solo attori professionisti ma anche bambini, genitori, musicisti, famiglie e volontari di varie associazioni presenti sul territorio di Siracusa.

 

Lo spettacolo è stato promosso dall’assessorato alle Politiche culturali del Comune insieme all’Accademia d’arte del dramma antico, alla Biblioteca comunale, a Siracusa città educativa e al Progetto Proagòn. L’obiettivo è stato proprio quello di far incontrare attori professionisti e persone non necessariamente appassionate di teatro per costruire un pubblico di spettatori e fare avvicinare quanta più gente possibile all’arte del teatro. Al tempo stesso attraverso i testi di grandissimi artisti si è voluta mettere in atto una vera e propria riflessione sul valore e la funzione del teatro per la crescita, non solo culturale, di una città.

 

E’ così che 150 persone, di tutte le età, si sono messe in gioco su testi di Aristofane, William Shakespeare, Sofocle, Luigi Pirandello, Anton Čechov, Victor Hugo, Konstantin Sergeevič Stanislavskij e Karl Valentin. Lo spettacolo è stato curato da Michele Dell’Utri con la drammaturgia di Giuseppina Norcia e la partecipazione di Simonetta Cartia, Attilio Ierna e Doriana La Fauci, attori professionisti e docenti dell’Accademia d’arte del dramma antico. Proprio la scuola di teatro della Fondazione Inda ha dato un grande contributo all’iniziativa grazie alla partecipazione degli allievi delle sezioni Junior e Primavera, riservate a bambini e ragazzi dai 5 anni in su, e ad alcuni giovani attori della sezione “Giusto Monaco”.

 

La messa in scena ha poi visto gli attori impossessarsi letteralmente del teatro e recitare non solo sul palcoscenico ma anche dai palchi del bellissimo teatro riaperto lo scorso 26 dicembre dopo essere stato chiuso per 58 anni e tra il numeroso pubblico presente in sala. A esibirsi anche alcuni ragazzi ospiti delle “Sprar” e dei centri di accoglienza presenti sul territorio. I giovani, qualcuno arrivato in Italia solo da qualche settimana, hanno suonato e recitato insieme ai ragazzi dell’Accademia recitando sia in francese che in italiano un brano di Amleto di Shakespeare. Nel corso dello spettacolo anche un brevissimo sketch con protagonisti gli assessori comunali alle Politiche culturali Francesco Italia e alle Politiche giovanili Valeria Troia che hanno anche preso parte ai tre giorni di laboratorio al Teatro massimo.

 

 

 

 

 

Ripartono gli incontri con registi, attori, studiosi, traduttori e intellettuali

La Fondazione Inda riprende il ciclo di testimonianze e dialoghi del ciclo Antichi pensieri, avviato lo scorso anno con l’obiettivo di far incontrare gli allievi dell’Accademia del Dramma Antico con i protagonisti del teatro di ieri e di domani, registi e interpreti,...

Dialoghi sul Teatro: incontri con personalità del mondo della cultura e dello spettacolo

Dopo il grande successo della prima edizione, la Fondazione Inda organizza una nuova serie di incontri con registi, attori, accademici e critici di teatro rivolti agli allievi dell'Accademia d'Arte del Dramma Antico ma aperti a tutti i cultori del teatro. L'Inda...

Nuovo DPCM, il Convegno di studi sul teatro classico si terrà solo via streaming

In ottemperanza alle direttive del DPCM del 18 ottobre 2020, la Fondazione Inda comunica che sarà possibile seguire i lavori del Convegno internazionale di studi sul teatro classico in programma il 23 e 24 ottobre solo ed esclusivamente via streaming. Tutti coloro che...

Ruoli di potere nel teatro antico, il 23 e 24 ottobre a Siracusa il Convegno internazionale di studi

------  AGGIORNAMENTO ------- In ottemperanza alle direttive del DPCM del 18 ottobre 2020, la Fondazione Inda comunica che sarà possibile seguire i lavori del Convegno internazionale di studi sul teatro classico in programma il 23 e 24 ottobre solo ed esclusivamente...

A.D.D.A. Audizioni

18 ottobre 2020 Roma
26 ottobre 2020 Siracusa

Annullata la lezione all’Orecchio di Dionisio con il critico, scrittore e saggista Claudio Magris.

La Fondazione Inda comunica che è stata annullata la lezione all'Orecchio di Dionisio con il critico, scrittore e saggista Claudio Magris. L'incontro, intitolato "Filottete e l'eroe", era in programma lunedì 31 agosto e avrebbe chiuso la serie di lezioni curate da...

Procuratore Salvi, intervento su “Mito, tragedia e diritto”

Pubblichiamo l’intervento integrale di Giovanni Salvi, Procuratore generale della Corte di Cassazione. Il Procuratore Salvi, il 7 agosto, ha tenuto un intervento su “Mito, tragedia e diritto” nell’ambito delle lezioni all’Orecchio di Dionisio curate da Margherita...

Antichi pensieri, Margherita Rubino: “Il ruolo del titolo nel teatro antico”

La filologa, docente universitaria ed esperta di teatro classico Margherita Rubino dialoga con gli allievi dell'Accademia d'arte del dramma antico. L'incontro, su "Il ruolo del titolo nel teatro antico", si inserisce nel programma della rassegna Antichi pensieri....

Antichi pensieri, Luca Lazzareschi: Recitare la tragedia

L'attore Luca Lazzareschi, più volte protagonista al Teatro Greco di Siracusa, dialoga con gli allievi dell'Accademia d'arte del dramma antico per la rassegna Antichi pensieri. Tema dell'incontro è "Recitare la tragedia" Il video integrale =>...

Antichi pensieri, Antonio Calenda: “La regia al Teatro Greco di Siracusa”

Il regista Antonio Calenda, tra i maestri della regia teatrale italiana, dialoga con gli allievi dell'Accademia d'Arte del Dramma Antico.  Calenda, che ha già diretto 7 opere al Teatro Greco di Siracusa e sarà il regista delle Nuvole nel 2021, ha ripercorso le proprie...