logo stagione

Paolo Magelli al lavoro con gli allievi dell’Accademia

da | Nov 30, 2015

“Un gruppo di ragazzi preparati e di grande talento”

Il regista Paolo Magelli si dice entusiasta degli allievi del terzo anno dell’Accademia d’Arte del Dramma Antico, sezione “Giusto Monaco”, della Fondazione Inda. L’artista toscano per il cinquantunesimo Ciclo di spettacoli classici al Teatro Greco di Siracusa ha diretto “Medea” di Seneca, la tragedia messa poi in scena anche al Colosseo per tre serate evento volute fortemente dal Ministro dei Beni e delle Attività culturali , Dario Franceschini così come dal Presidente dell’Inda,  Giancarlo Garozzo, dal Sovrintendente dell’istituto,  Gioacchino Lanza Tomasi e da tutto il Consiglio d’Amministrazione della Fondazione.

 

Da poco più di un mese il regista sta conducendo un laboratorio su Elettra di Euripide insieme ai ragazzi della scuola di teatro dell’Istituto Nazionale del Dramma Antico e, come accaduto nella scorsa stagione con Moni Ovadia e Federico Tiezzi, che al Teatro Greco hanno diretto rispettivamente “Le Supplici” di Eschilo e “Ifigenia in Aulide” di Euripide, anche Magelli è rimasto profondamente colpito dai giovani attori. “Sono il segno più evidente – sostiene il maestro – dell’ottimo lavoro che viene portato avanti quotidianamente nella scuola. L’aspetto che più mi ha colpito è stato trovare ragazzi tutti a un ottimo livello, senza oscillazioni particolari. Per un regista è importante che il gruppo abbia queste caratteristiche perché ti consente di preparare lo spettacolo con serenità”. Gli allievi dell’Accademia d’arte del dramma antico stanno preparando la messa in scena di Elettra di Euripide lavorando su una traduzione del testo classico elaborata da Magelli e che il regista ha voluto donare all’Accademia per la rappresentazione teatrale. “Mi piace sottolineare – dice Magelli – che Arturo Annecchino ha regalato le musiche per lo spettacolo e che Ezio Toffolutti ci darà una mano per le scene, anche lui senza percepire alcun compenso”. Annecchino e Toffolutti hanno curato rispettivamente le musiche e le scene di “Medea” di Seneca. Lo spettacolo sarà messo in scena il prossimo mese di marzo, prima che gli allievi inizino il loro impegno per il cinquantaduesimo ciclo di spettacoli classici che quest’anno vedrà la rappresentazione di Elettra di Sofocle, Alcesti di Euripide e Fedra di Seneca.

“Abbiamo fatto un lavoro enorme – ha aggiunto Magelli –ho voluto coinvolgere i ragazzi per far capire loro come si arriva a individuare una soluzione scenica, per questa ragione siamo partiti dalla mia traduzione ma li ho voluti rendere partecipi delle modifiche effettuate nel corso del laboratorio”.

 

Gli allievi del terzo anno dell’Accademia, domenica mattina hanno invece messo in scena, per la regia di Flavia Giovannelli, una delle docenti della scuola di teatro, “Bacco in Toscana” di Francesco Redi. I ragazzi si sono esibiti nel salone “Amorelli” di Palazzo Greco, la sede della Fondazione Inda, nel corso di un incontro organizzato dalla sezione di Siracusa della “Fildis”, la Federazione italiana laureate e diplomate istituti superiori.

 

 

Aiace di Sofocle, il 25, 27 e 28 giugno il saggio degli allievi del primo anno dell’Accademia d’arte del dramma antico

Aiace di Sofocle è il saggio degli allievi del primo anno dell'Accademia d'arte del dramma antico. Il lavoro, diretto da Massimo Di Michele, sarà presentato sabato 25, lunedì 27 e martedì 28, alle 21, nel cortile dell'ex convento di San Francesco, nel centro storico...

Agòn, il 24 giugno al Teatro Greco di Siracusa “Processo ad Edipo: da eroe a imputato”

Per il Siracusa International Institute neanche Edipo, giovane re di Tebe, protagonista di una delle tragedie più belle di Sofocle, potrà sottrarsi alla consueta e seguitissima simulazione processuale, Agòn, al Teatro Greco di Siracusa. A giudicarlo, la sera del 24...

La Sicilia degli dei, si presenta il libro di Guidorizzi e Romani

Sulla Sicilia, sin da tempi antichissimi, si sono riversate ondate di civiltà. Ma i Greci vi hanno lasciato un carattere indelebile, che fa parte della natura profonda di questa terra. Gli dèi non se ne sono mai andati dall’isola. Nelle campagne assolate nel cuore...

Intrecci e lacerazioni tra il volere degli dèi e dei mortali, il 18 giugno conferenza del Centro Studi di Terapia della Gestalt

Il Centro Studi di Terapia della Gestalt con il patrocinio di: Centro “Antropologia e Mondo Antico” del Dipartimento di Filologia e Critica delle Letterature Antiche dell’Università di Siena e Federazione italiana delle associazioni di psicoterapia (FIAP)* promuove...

Agòn, il 24 giugno al Teatro Greco di Siracusa “Processo ad Edipo: da eroe a imputato”

Per il Siracusa International Institute neanche Edipo, giovane re di Tebe, protagonista di una delle tragedie più belle di Sofocle, potrà sottrarsi alla consueta e seguitissima simulazione processuale, Agòn, al Teatro Greco di Siracusa. A giudicarlo, la sera del 24...
X