Avvenire

Memoria e speranza. Questo il significato dell’intenso spettacolo allestito giovedì sera a Siracusa in contrada Pantanelli dall’Istituto Nazionale del Dramma Antico con i “Sei personaggi in cerca d’autore” di Luigi Pirandello, per la regia di Monica Conti….

Suscitano sempre grande emozione le parole dei classici (…). L’interpretazione di Sebastiano Lo Monaco è molto generosa. (..) Laura Marinoni esalta il pathos della protagonista, che dà vita ad una Andromaca dolente ma sopratutto fiera.

Bellezza del luogo e fascino della poesia. Tornano ad affollarsi gli spalti del Teatro Greco di Siracusa. La regia di Daniele Salvo opera in pieno rispetto del testo diligentemente tradotto da Guido Paduano e sfrutta bene l’immenso spazio scenico. Con buon risultato, muovendosi tra schemi classicheggianti e apertura al moderno, Carmelo Rifici. E bene a svolgere il loro compito gli attori, costretti a cimentarsi con la sapiente, meditatissima ma irta di difficoltà traduzione di Edoardo Sanguineti.

L’arcaica vendetta e il più elevato concetto di Giustizia rivivono a Siracusa tre capolavori della tragedia. Tornano a rivestirsi di folla, soprattutto di una folla di giovani studenti, gli alti e immensi spalti del Teatro Greco di Siracusa per gli spettacoli classici dell’INDA, l’Istituto Nazionale del Dramma Antico. E rivive quest’anno nella sua interezza l’Orestea di Eschilo

Una poderosa macchina teatrale che va diritta al gusto plateale di un pubblico che affolla le gradinate […] uno spettacolo che nel suo procedere spedito, tende più al kolossal cinematografico.

Uno spettacolo che cerca di rompere, di “violentare” ogni convenzione di limpidezza classica ed entrare, sfiorando il dramma borghese…