“Reinventare la regia: l’Elena secondo Davide Livermore” al Coro di Notte del Monastero dei Benedettini di Catania. Un dialogo con studenti e docenti del Dipartimento DISUM su contaminazioni tra dramma antico e opera, sull’uso della tecnologia in teatro, su rapporto tra traduzione e rappresentazione, sull’atipicità dell’Elena tra tragedia e commedia, su musica e parole e tanto altro. Nelle regie di Livermore niente è lasciato al caso perché «la rivoluzione sociale si deve fare nei teatri. La cultura cambia la qualità della vita delle persone, non la cambia il prosciutto o il brand di moda, bensì l’aggregazione» (intervista di Livermore su Forbes Italia).

Ph. Orietta Scardino